Il mondo del vino pronto a rilanciare il museo archeologico di Altino. Il progetto sta ormai prendendo piede e in queste settimane il consulente Luigi Lago, “wine consultant” per i mercati esteri, sta organizzando un gruppo di imprenditori del settore, attivi a livello nazionale, per avviare iniziative per un’adeguata promozione del sito archeologico di Altino.
«Ci crediamo perché si tratta di un’eccellenza nazionale, non solo della nostra regione», commenta Lago. Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Franco Passador, direttore generale di Vivo-Cantine viticoltori del Veneto Orientale. Passador, che già da tempo ha manifestato la sua attenzione per la realtà museale di Altino, assicura: «Siamo sempre pronti a centrare nuovi obiettivi e vogliamo anche sostenere la cultura legata alla storia del nostro prestigioso territorio». Plaude all’iniziativa Roberta Stiglic, presidente di Apindustria del mandamento di Quarto d’Altino. «Sarà fondamentale coinvolgere gli imprenditori», commenta Stiglic, «perché il museo di Altino oggi può favorire l’economia turistica, che in questi anni si è rivelata fondamentale anche contro la crisi».

 

FONTE: lanuovavenezia.it

 

Questo sito usa i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a visitare il sito ne accetti l'uso

  Io accetto i cookies di questo sito.